Aiutiamo familiari ed amici ad onorare i propri cari

SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK POTETE SEGUIRE LE DIRETTE STREAMING DEI SERVIZI FUNEBRI

pagina facebook

 

Sepolture

Avviene in loculo, che può essere sito in tomba di famiglia oppure all’interno di tombe comunali, ed è finalizzata a conservare più a lungo le spoglie mortali e la sepoltura della stessa. A tale scopo la salma deve essere racchiusa in una duplice cassa, l’una di legno e l’altra di metallo (zinco) ermeticamente sigillata. Il periodo di conservazione di un cadavere in un loculo, varia a seconda del tipo di concessione ottenuta dal Comune. La concessione in uso dei loculi e delle altre sepolture private è a pagamento secondo una tariffa fissata dall’autorità comunale, così pure come il periodo di concessione.

Il termine inumazione indica la “sepoltura in terra” (il termine deriva dal latino in-humus), è sicuramente la più antica e la soluzione più economica.

Ogni comune deve avere spazi destinati all’inumazione delle salme, tant’è che la sepoltura in terra è un diritto istituzionale che il comune deve garantire ai propri cittadini. Ogni comune stabilisce un tariffario per lo scavo della fossa, che quindi varia da comune a comune.

In particolare per le inumazioni a terra, dove si deve attendere l’allestimento del terreno per la posa della lapide definitiva, l’impresa Cavallari offre gratuitamente la posa di un recinto provvisorio in legno riempito di ghiaio bianco fine, completo di targhetta incisa con i dati del defunto e fotografia per dare una sepoltura dignitosa fin da subito al proprio caro

Viene regolamentata, come tutta la normativa cimiteriale, da tre leggi, il primo dei quali è il D.P.R. n.2 del 10\09\990 che fornisce una “linea generale” scritta sulla scorta del Ministero della Salute. In base allo stesso D.P.R. ogni singola Regione ha la possibilità di emanare una legge Regionale. In Piemonte la legge che regolamenta la cremazione e la legge n. 130 del 30\03\2001.

La cremazione prevede l’incenerimento del corpo per mezzo di combustione e le ceneri vengono conservate all’interno di un’apposita urna.

La volontà ad essere cremato può essere espressa nei seguenti modi:

  • La disposizione testamentaria della persona defunta, tranne nei casi in cui venga presentata una dichiarazione autografa della medesima contraria alla cremazione, redatta in data successiva a quella della disposizione testamentaria.
  • L’iscrizione ad un’associazione riconosciuta che ha tra i propri fini quelli della cremazione dei cadaveri dei propri associati. Ai fini della cremazione l’iscrizione all’associazione prevale sulla volontà dei familiari.
  • In mancanza della disposizione testamentaria o di qualsivoglia altra manifestazione di volontà riconducibile al defunto, vale la volontà del coniuge, in mancanza della stessa, la volontà del parente più prossimo individuato in base alle disposizioni del codice civile; in caso di concorrenza di più parenti dello stesso grado, vale la volontà della maggioranza assoluta di essi.

È inevitabile quindi, per avere la certezza di essere cremati, iscriversi alla Socrem quando ancora si è in grado di intendere e volere, per ulteriori informazioni consultate l’apposito sito: https://www.socremtorino.it.

In seguito alla cremazione le ceneri possono essere:

  • tumulate in celletta cineraria
  • tumulate in compresenza di un altro feretro (ove possibile)
  • inumate
  • affidate in abitazione
  • disperse in aree cimiteriali o in natura all’interno delle aree consentite.

 

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Color settings
Link color
Menu color
User color
Background pattern
Background image
Onoranze Funebri Cavallari
error: Content is protected !!